Variatore Pinasco Overdrive per Minarelli

Sunday, August 16th, 2009

Variatore Pinasco Overdrive
Scritta da evo9.replica
Ancora un variatore ad ampia escursione sotto test! Il marchio di fabbrica è Pinasco, un nome che equivale ad una garanzia per qualsiasi amante del settore scooter/vespa grazie all’esperienza pluridecennale di questa azienda. Nonostante sia possibile abbinarlo al proprio correttore di coppia specifico per donare il massimo delle prestazioni, rimane comunque adatto a elaborazioni non esageratamente spinte.
Il Pinasco overdrive è stato testato su blocco motore minarelli orizzontale!

In questa recensione andremo a valutare la fattura e le prestazioni di un componente fondamentale della trasmissione automatica dei nostri scooter, il variatore.
Il prodotto in questione è uno dei due variatori di casa pinasco, l’overdrive, che si distingue dall’ultimo uscito, l’overdrive 18/19, per la misura dei rulli, che in questo caso sono 16x13mm.
Le nostre prove verranno effettuate sopra un sr replica 1a serie, con gt originale, e espansione con paratie (extra giannelli).
La cosa che colpisce a primo impatto è il colore nero del componente, le caratteristiche peculiari di questo componente, che si distingue dai soliti variatori “piaggio adattati” della malossi e polini, è il mozzo da 18mm, mentre le piste ad occhio non sembrano presentare inclinazioni differenti (sono molto simili a quelle del malossi multivar).
Passando ad analizzare gli elementi che compongono il prodotto, troviamo:

– 3 spessori, 2 necessari per un corretto montaggio del componente che risulta essere meno spesso dell’originale (0.30mm A, 0.50mm B), un terzo necessario solo per le accensioni euro 2);
– molla di contrasto pinasco bianca ( il colore della molla risulta essere grigio, ma ci sono delle striature che la contraddistinguono, + 8/10% di durezza rispetto all’originale);
– un kit di rulli, colore fucsia (7 grammi l’uno);
– istruzioni di montaggio.

Variatore Pinasco Overdrive

Particolare della molla di contrasto fornita nel kit.

Molla di contrasto Pinasco

Corpo Variatore.

Variatore Pinasco

Montaggio!

Il montaggio risulta essere estremamente semplice, bisogna solamente stare attenti a posizionare i 2 spessori necessari sopracitati, per avere un corretto funzionamento del componente.
Eccolo descritto nelle diverse diverse fasi, dalle immagini:

Svitare dado variatore

– svitare dado variatore;
 Svitare dado con pistola

– estrarre il gruppo semi puleggia fissa-variatore;

Estrazione puleggia fissa variatore
Rimozione puleggie anteriori

– assemblare il nuovo componente e posizionare il primo spessore;

Posizionamento primo rasamento

– inserire il componente pinasco;

Montaggio variatore Pinasco

– prima di reinserire la semi puleggia fissa inserire il secondo spessore nel davanti il mozzo del variatore;
– reinserire la semi puleggia fissa e avvitare nuovamente il dado;

Bloccaggio puleggie anteriori con relativo dado

Non è necessario montare la molla di contrasto del kit, che risulta essere più dura dell’originale, se non si ha a disposizione una discreta potenza da erogare, o i rulli in dotazione, avendo io un espansione ho lasciato invariata la grammatura da 5 grammi.
Le prime impressioni sono state ottime, si nota subito un miglioramento della ripresa a tutti i regimi di rotazione, mentre in allungo abbiamo avuto un incremento di velocità massima di 5km/h.
Consiglio vivamente di montare anche una cinghia nuova insieme al variatore, nel caso fosse consumata quella presente, perché l’aumento della velocità massima è dovuto anche allo stato ottimale della trasmissione (avendo una cinghia consumata si notavano solo miglioramenti in fatto di accelerazione, successivamente montando una cinghia nuova ho notato il miglioramento in velocità massima).
Concludendo, nel caso foste intenzionati ad acquistare un variatore più prestazionale dell’originale, il pinasco overdrive è decisamente consigliato come rapporto qualità/prezzo (è stato pagato 43 euro, mentre il prezzo online si aggira fra i 40 e i 50 euro).
Può essere utilizzato da un livello di elaborazione soft, fino ad un livello intermedio, per far lavorare al meglio questo componente (miglioramenti nell’erogazione, quindi una accelerazione fluida fino ai regimi massimi di rotazione), è consigliato vivamente l’uso del correttore apposito per il nostro variatore.

p.s.
Anche senza correttore lavora benissimo 🙂 😉
Le foto sono state effettuate dopo alcuni km di utilizzo e il colore nero risulta consumato.

Scooter-Project.net - Tutti i diritti riservati

This entry was posted on Sunday, August 16th, 2009 at 01:16 and is filed under Parti Speciali. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.

Comments are closed.